Prima di partire

Consigli di viaggio

IL CAMMINO – alcuni consigli da leggere prima di partire
AVVERTENZA A TUTTI I CAMMINATORI –  PRENOTATE SEMPRE TUTTO (DORMIRE E MANGIARE)! SENZA PRENOTAZIONI POTRESTE AVERE PROBLEMI soprattutto in questo periodo che limita il  nostro movimento e le attività ricettive.

IMPORTANTE – se pensate di affrontare il Cammino Sospirolese aspettandovi una passeggiata tra la natura addomesticata, morbide stradine che corrono tra i campi fioriti, segnavia a ogni crocicchio e ristori ovunque, vi comunichiamo che non è proprio così, troverete anche questo, ma da noi non c’è solo questo. serve attenzione quando si cammina, sono molto utili, se non indispensabili la guida e la mappa, che va letta e seguita con attenzione. Alcuni tratti sono classificati per escursionisti esperti EE, niente di impossibile ma passo lento e sicuro sono d’obbligo. Ecco perché invitiamo a percorrere il Cammino senza fretta, godetevi in sicurezza le meraviglie del nostro territorio e per qualsiasi dubbio contattateci. Torcia, giubbotto alta visibilità per le eventuali gallerie delle varianti e ramponcini (utili per alcune varianti EE) sono consigliati. Calzature e abbigliamento idoneo al vostro progetto di cammino pensiamo non sia il caso di dettagliarlo ma se vi servono consigli contattateci.  

SCHEDA TECNICA DEL CAMMNO
Lunghezza: da 32 a 92 km in  base alle varianti che si decidono di percorrere
Tappe: da 1 a 5, la struttura del cammino lascia ampia personalizzazione al viandante, progettate il vostro cammino!
Partenza: Sospirolo (Prà de la Melia – Impianti Sportivi)
Arrivo: Sospirolo (Prà de la Melia – Impianti Sportivi)
Dislivello: dai 1470 m D+ dei 32 km dell’anello base, ai circa 7300 m D+ dei 92 km complessivi
Tempo di percorrenza: dalle 11 ore dell’anello base alle circa 35 / 40 del percorso completo
MTB: Si per alcuni tratti – noleggio sul posto vedi pagina accoglienza

FONTI D’ACQUA LUNGO IL CAMMINO
Per la tipologia del percorso le fonti d’acqua non mancano, sono segnate sulla mappa.

TAPPE
Per come abbiamo pensato il nostro cammino l’escursionista può organizzarselo in base al tempo che intende trascorrere nel territorio e alle proprie forze. Il runner allenato può fare l’anello base in giornata ma si perderebbe quanto offre l’ambiente che lo circonda; il camminatore che vuol affrontare tutte le varianti con calma lo farà in 5 o 6 giorni, tra i due estremi ognuno si programmerà il SUO Cammino Noi del CSMS siamo a disposizione per suggerimenti e consigli.

SERVIZI PRESENTI LUNGO IL CAMMINO
Ci sono dei minimarket, Bar, B&B, affitta camere, agriturismi e aziende agricole non distanti dalla traccia base oltre ad alcune attività legate ai prodotti locali, tutto segnalato nella pagina accoglienza con le eventuali variazione nella pagina delle NEWS. Nel centro di Sospirolo facilmente raggiungibile da molti punti del percorso base troviamo farmacia, edicola, sportello bancomat, ufficio postale.

SEGNALETICA
Lungo il cammino troverete dei segnavia quadrati 10 x 10 in alluminio o adesivi con il logo del cammino e delle frecce direzionali in legno, i colori base delle indicazioni sono grigio e verde.

Le varianti sono segnalate con freccia direzionale e lettera della variante.

PERICOLI
Nel libretto informativo e nelle pagine di questo sito sono segnate in modo chiaro tutte le difficoltà presenti. Inoltre nella pagina NEWS c’è  un’apposita sezione che per ogni tratta avrà indicata, con un “semaforo”, la percorribilità. Tra i cosi detti PERICOLI vogliamo includere le zecche, fastidiosi parassiti presenti su alcuni tratti del percorso. Portatevi un antiparassitario specifico da spuzzare su pantaloni e scarponi, niente panico se trovate una zecca che banchetta sul vostro braccio, ecco alcuni consigli pratici su come liberarsene:

In caso di ritrovamento di una zecca sulla cute, la cosa più importante da fare è rimuoverla il più velocemente possibile e nel modo più adeguato. La zecca deve essere afferrata saldamente con una pinzetta (va bene quella da ciglia se non avete quelle specifiche)  il più possibile vicino alla cute, quindi si deve esercitare una trazione verso l’alto imprimendo un delicato movimento rotatorio per evitarne la rottura.

Durante l’estrazione non si devono utilizzare sostanze oleose, acetone o alcool perché possono causare il rigurgito di sangue, aumentando il rischio di trasmissione delle malattie.
Se il rostro della zecca permane nella cute, va estratto con un ago sterile per evitare la formazione di granulomi.

Dopo la rimozione della zecca è necessario disinfettare l’area evitando prodotti colorati o cortisonici che potrebbero mascherare eventuali reazioni cutanee, importanti per arrivare ad una diagnosi precoce di malattia.
In caso di comparsa di un arrossamento o eritema nell’area del morso, o di qualsiasi altro sintomo simil-influenzale è importante rivolgersi al medico senza dimenticare di menzionare il morso della zecca.

FONDO STRADALE
considerando i circa 92 km dell’intero cammino comprese le varianti camminerete per il 70% su sentieri, 25% su mulattiera e per il 5% asfalto. Per il solo anello base  di circa 32 km il fondo stradale è così suddiviso: 50% sentiero, 20% mulattiera, 30% asfalto

CREDENZIALI
Per il cammino verrà fornito al viandante un libretto guida ed una cartina che spediremo o consegneremo alla partenza a fronte di un offerta CONSIGLIATA, vedi link in home page.

CAMMINO IN TENDA
All’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi è assolutamente vietato l’uso di tende al di fuori delle zone identificate dalle strutture in Val Falcina dove comunque vi consigliamo di prendere contatto.

Nella parte di cammino fuori del parco, ovvero la maggior parte del percorso, non è esclusa questa possibilità ma, in accordo con le autorità locali,, previo contatto diretto con il Cammino Sospirolese.

Tutto qui. Buon cammino